Beni confiscati alla criminalità organizzata. Un'analisi dei dati relativi alla Puglia

Vota questo articolo
(1 Vota)

ABSTRACT - La Puglia è la quarta regione italiana per numero di beni immobili confiscati alla criminalità organizzata (dopo Sicilia, Campania e Calabria). Secondo i dati dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, al 15 gennaio 2018, risultano confiscati in Puglia 1.496 immobili e 71 aziendeLa presente nota intende, dapprima, illustrare brevemente la legislazione in materia di misure di prevenzione patrimoniali e gestione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, evidenziando le novità introdotte dalla legge 17 ottobre 2017 n. 161 recante “Modifiche al codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, al codice penale e alle norme di attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura penale e altre disposizioni. Delega al Governo per la tutela del lavoro nelle aziende sequestrate e confiscate”, e in una seconda parte, analizzare le policy regionali in materia di beni confiscati, operando, altresì, una ricognizione dei dati riferiti alla collocazione topografica e alla tipologia dei beni sequestrati e confiscati su tutto il territorio regionale.

 

Informazioni aggiuntive

  • Anno: 2018
  • Tematismi open data: Giustizia, sistema giuridico e sicurezza pubblica
  • Curatore: Mastrorocco
Letto 412 volte

Tag

Torna su