Lunedì, 14 Novembre 2022 08:13

Produzione e consumi di energia in Puglia

La nota analizza la produzione e il consumo di energia della Puglia. L’analisi a livello regionale vede una prima parte in cui la produzione e il consumo sono distinti per tipologia di fonte di produzione. Si sviluppa un approfondimento in merito alla produzione e al consumo di energia da fonti rinnovabili. Infine, vi è un confronto interregionale e interprovinciale in materia di produzione di energia da fonti rinnovabili.

Mercoledì, 19 Ottobre 2022 11:58

Garanzia giovani in Puglia nel 2021

Abstract

A circa 8 anni dall’avvio effettivo del Programma “Garanzia Giovani” in Puglia per i giovani tra 15 e 29 anni di età nella condizione di NEET (Not in Education, Employment or Training), si rilevano progressi importanti con la presa in carico di circa 137.000 giovani, con tassi di inserimento lavorativo complessivo pari al 47,6% nel 2021, in crescita rispetto al 2020 (41,8), con il 43,3% con un contratto di lavoro a temo indeterminato. Emergono anche criticità: maggiori difficoltà ad intercettare i giovani con più elevata probabilità di non essere occupati e di trovarsi in una condizione di NEET; differenze anche significative tra la componente maschile e femminile nei tassi di inserimento occupazionali e nelle tipologie contrattuali applicate. La nota fa il punto sullo stato di attuazione del Programma in Puglia al 2021. Vengono utilizzate specifiche elaborazioni per la Puglia messe a disposizione da ANPAL (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro).

Gli incentivi al sostegno dell’occupazione sono interventi pubblici orientati a 1. sostenere la domanda di nuova occupazione che il mercato, lasciato a se stesso, non è nelle condizioni di attivare autonomamente e allo stesso tempo, 2. cercare di correggere gli squilibri e disuguaglianze in termini di fragilità del lavoro, temporaneità, gap nell’accessibilità tra maschi e femmine e difficoltà di ingresso dei giovani. L’analisi a livello regionale considera i dati INPS sulle nuove assunzioni e le variazioni contrattuali nel 2021, agevolate e totali. I dati analizzati riguardano i flussi, ovvero i movimenti dei rapporti di lavoro – assunzioni e variazioni contrattuali – che intervengono nel 2021 in Puglia. Gli incentivi all’occupazione fanno riferimento alla legislazione specifica nazionale in vigore e operativa nel 2021.

Con la presente nota tecnica, per ogni singolo domino degli indicatori del Benessere Economico e Sociale (BES), si è costruita una tabella sinottica e comparativa dei territori provinciali pugliesi con la regione, la ripartizione meridionale ed il Paese nel suo complesso. Al fine di realizzare un indice sintetico regionale per singolo dominio, funzionale a misurare gli scostamenti provinciali dalla quota regionale, si è realizzato un indice sintetico medio regionale. Dopo tale fotografia di stock si è inteso verificare anche una dinamica temporale comparando nel tempo l’andamento degli indicatori per singolo dominio e territorio osservato (province, regione, ripartizione, Paese).

Abstract

La presenza della filiera automotive in Puglia, incentrata su grandi gruppi industriali e una rete di imprese della componentistica, è interessata da grandi trasformazioni, anche a seguito degli orientamenti di politica industriale dell’Unione Europea e nazionale. Il contributo ne analizza le dinamiche dell’ultimo triennio, evidenziando elementi sia di criticità sia di nuove opportunità nel medio periodo.

 

Portale OPEN DATA IPRES

 

Abstract

Al pari dell’Italia e degli altri Paesi occidentali, anche la Puglia è interessata da un modello demografico caratterizzato da bassa natalità e accelerazione nel processo di invecchiamento. Dall’inizio del secolo ad oggi la regione fa osservare una contrazione di oltre 100 mila residenti ed un sensibile aggravamento del “carico sociale” (rapporto tra popolazione in età non attiva – 0-14 e oltre 64 – e quella in età attiva – 15-64 anni). La nota propone una stima al 2030 e al 2040 delle “persone anziane in condizioni di cattiva salute” e degli “ospiti dei presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari”.

Mercoledì, 04 Maggio 2022 15:05

Il lavoro in Puglia nel 2021

Abstract

Buona performance dei principali indicatori del mercato del lavoro regionale, con un aumento significativo dell’occupazione nel 2021, ma non c’è stato il pieno recupero del livello occupazionale del 2019. Le donne danno il maggior contributo alla crescita occupazionale, così come l’Industria delle Costruzioni a livello settoriale. Si contrae ancora l’occupazione dell’Industria in senso stretto

 

Abstract

Lo studio fornisce evidenza della evoluzione demografica della Puglia al tempo della pandemia da COVID-19. Si realizza un confronto macroterritoriale ed interregionale ed un’analisi per fasce demografiche della popolazione con dettaglio territoriale. Viene osservato il contesto della popolazione straniera residente e si realizzano previsioni sull’andamento della popolazione; in particolare, nell’ambito di una recente sezione costruita da Istat (Statistica sperimentale, Previsioni demografiche comunali - 1° gennaio 2020/1° gennaio 2030) si procede ad analizzare le previsioni demografiche per i comuni pugliesi con popolazione attuale superiore ai 30 mila residenti.  

La nota si pone l'obiettivo di analizzare probabili effetti della pandemia sul territorio regionale, utilizzando set di dati di natura economica e produttiva e le classificazioni per intensità turistica prodotte recentemente dall’ISTAT in attuazione della legge n. 77/2020 recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonchè di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19. Come unità di analisi territoriale si considerano i Sistemi Locali del Lavoro che sono aggregazioni sovracomunali.

Venerdì, 19 Febbraio 2021 12:29

Tendenze del mercato del lavoro in Puglia

La diffusione della pandemia da COVID-19 ha imposto il cosiddetto “lockdown” in modo differenziato per le attività produttive e per i territori. Inoltre è aumentato notevolmente il lavoro da casa. La nota analizza gli effetti sull’occupazione regionale con particolare riferimento al primo semestre del 2020. Oltre ai dati Istat sul mercato del lavoro,  vengono utilizzate le informazioni delle posizioni lavorative dei dipendenti estratti dal Sistema Informativo Lavoro della Regione Puglia. E’ un primo esercizio condotto da IPRES di “valorizzazione” dei microdati contenuti nel database.

 

Pagina 1 di 5

Tag

Torna su